Bruciore di stomaco


Reflusso esofageo


Reflusso gastrico


Eliminare il bruciore di stomaco


Reflusso Sintomi


Esofagite Da Reflusso

 

Reflusso Neonati

 

Acidità di stomaco

 

Dolori Di Stomaco

 

Reflusso Dieta

 

Reflusso Gastroesofageo

Cosa C’è Dietro ai Dolori di Stomaco

 

Ci sono tanti modi per descrivere un disturbo che in un momento o l’altro della vita abbiamo tutti sperimentato di persona: mal di stomaco, mal di pancia, disturbi addominali, dolore di stomaco... Per fortuna, la maggior parte dei problemi addominali sono di poco conto e tutto quello che ci vuole per farli passare sono i vecchi rimedi tradizionali casilinghi. In quei casi, però, in cui il mal di stomaco sta a indicare un problema più serio, l’intervento del medico curante è imperativo

Esistono numerose condizioni che possono causare disturbi allo stomaco. Iniziando dalle più comuni, una delle più frequenti è di certo l’indigestione, che causa Dolori di Stomaco, gonfiore e nausea e può essere trattata con farmaci specifici che non richiedono ricetta medica, e inoltre evitando i cibi che la provocano. Un altra comune fonte di Dolore di Stomaco è la gastroenterite, una forma di influenza che può essere causata da batteri, virus, o da un avvelenamento. I suoi sintomi comprendono nausea, vomito, crampi addominali, diarrea, febbre e perdita di peso. La gastroenterite di solito va via da sé entro un giorno o due senza bisogno di cure mediche.

Un altra classica causa di Dolori di Stomaco è l’intossicazione alimentare, che si verifica quando si mangiano cibi contaminati da agenti virali, batterici o chimici. In generale, i sintomi includono un mal di pancia da lieve a moderato, crampi, diarrea e vomito. Essi possono manifestarsi da un'ora dopo aver mangiato il cibo contaminato, fino anche a quattro giorni. Ulteriori sintomi che accompagnano questo problema sono mal di testa, febbre e brividi. La maggior parte degli episodi di avvelenamento alimentare si risolve da sé con il solo trattamento tradizionale di casa, tuttavia, bisogna consultare un medico immediatamente in caso di intossicazione chimica o botulismo, oppure se i sintomi che sperimentate sono gravi e il Dolore di Stomaco dura per più di due giorni.

Alcuni farmaci irritano le pareti dello stomaco, e quindi possono causare dei sintomi che ricordano esattamente il Dolore di Stomaco. Fra di essi vanno inclusi aspirina, corticosteroidi, naprossene sodico e ibuprofene. Se pensate che i Dolori di Stomaco che provate siano stati causati da un determinato farmaco che state prendendo, sospendetene l’assunzione e consultate il vostro dottore, che sostituirà il medicinale incriminato con uno che non vi dia sintomi.

Dietro al comune mal di pancia potrebbero esserci poi motivi più seri come le ulcere peptiche, che si sviluppano quando i succhi gastrici erodono il rivestimento dello stomaco. Un’altra condizione da non trascurare è l’occlusione intestinale, in cui il mal di pancia è causato da

un blocco intestinale che impedisce a gas, liquidi e solidi di muoversi attraverso l'intestino. In ordine di gravità poi troviamo la perforazione dell’intestino, che  può essere causato da un ulcera, infezione o un oggetto ingerito che provoca una foratura nel tratto digestivo.

Infine i dolori addominali possono anche sottendere due altri problemi: i calcoli renali e l’appendicite. I calcoli renali si formano nel tempo, quando i sali minerali presenti nelle urine si uniscono per formare delle masse che possono essere piccole come un granello di sabbia o grandi come una pallina da golf. L'appendicite avviene quando si infetta l’appendice, una piccola sacca attaccata all’intestino crasso.

>>> Eliminare il bruciore di stomaco