Bruciore di stomaco


Reflusso esofageo


Reflusso gastrico


Eliminare il bruciore di stomaco


Reflusso Sintomi


Esofagite Da Reflusso

 

Reflusso Neonati

 

Acidità di stomaco

 

Dolori Di Stomaco

 

Reflusso Dieta

 

Reflusso Gastroesofageo

 

Reflusso esofageo



In molti casi il riflusso esofageo può essere contenuto con una dieta buona e rigida. In altri casi occorre ricorrere ai farmaci. Le soluzioni sono diverse ma vanno tutte controllate da uno specialista.

Quindi la vera causa della malattia del cosiddetto reflusso gastroesofageo non è ancora stata ben individuata. Infatti le anomalie della morfologia del proprio organismo, ovvero alcune malformazioni del proprio organismo possono essere una causa, come ad esempio l’ernia iatale e quindi possono causare l’insorgenza di questo disturbo. Che cosa è l’ernia iatale, certamente si parla di tale problema quando la parte superiore del nostro stomaco e quindi la relativa valvola incriminata, vanno a finire al di sopra del diaframma per cui certamente questa parete che separa lo stomaco dal petto viene forzata.

Infatti è lo stesso diaframma che normalmente aiuta questa valvola a chiudersi e ad evitare i ritorni di succhi gastrici e cibo nell’esofago. Quando tutto questo non funziona e quindi in presenza di questa ernia succede che il tutto risalga più facilmente nell’esofago. Anche l’ernia iatale si viene a creare negli individui di ogni età ma purtroppo statisticamente la si ritrova soprattutto nei pazienti di età superiore ai 50 anni.

Solo questi sono i fattori che possono causare il riflusso esofageo? Certamente no. Ce ne sono altri, quali l’obesità, che a quanto pare è un po’ la causa di tutto, e anche la gravidanza nonché il famigerato fumo. Anzi lo diciamo l’ennesima volta. E’ bene smettere di fumare.
Ma quale è il sintomo principale di questo problema nei pazienti più adulti?
 
E’ certamente il bruciore di stomaco. Questo bruciore di stomaco va però a sentirsi molto nella parte inferiore del petto, generalmente si sente vicino lo sterno e nel medio addome. Quindi non è difficile individuarlo.

Anche i bambini sotto i tredici anni che sono affetti da questo disturbo in realtà non avvertono il bruciore dello stomaco ma diversamente dagli altri soggetti presentano una tosse secca, altri invece avvertono asma e difficoltà nella deglutizione. Insomma i sintomi sono tanti e differiscono molto da età ad età. Non è da escludere delle diverse difficoltà da paziente a paziente che devono essere necessariamente superate e manifestate al medico per una corretta diagnosi del disturbo. In altre parole il reflusso esofageo va monitorato costantemente.
 

>>> Reflusso Gastrico